Hannah Arendt

11,00€

Scheda tecnica

autore Paul Ricoeur
pagine 112
data pubblicazione 19/10/2017
editore MORCELLIANA
curatore A cura di Ilario Bertoletti
prezzo in euro 11
collana IL PELLICANO ROSSO
EAN 9788837231323

Dettagli

C’è una razionalità propria della politica? Da questa razionalità consegue un male specificatamente politico? Domande che per Ricoeur definiscono il “paradosso politico”, a partire dal quale s’è confrontato con Hannah Arendt. Un dialogo attorno alle categorie di potere, potenza, autorità, forza e violenza con cui la Arendt – maestra delle “distinzioni” – ha indagato da un lato l’incarnazione novecentesca del male politico, il totalitarismo, all’altro un modo d’essere della politica che fuoriesca dalla equazione “potere = forza+violenza”. Il potere e l’autorità – questa per Ricoeur è l’eredità della Arendt – sono un argine al male politico. Quando il potere – come azione che contrasta la fragilità del mondo – non dimentica la sua radice nel miracolo terreno: la natalità, l’accadere dell’inatteso. Un’eredità che è anche dell’antropologia filosofica delineata in Vita activa, con le distinzioni tra lavoro, opera e azione.

PAUL RICOEUR (1913-2005) è stato tra i più importanti filosofi della seconda metà del xx secolo. Presso la Morcelliana ricordiamo: Kierkegaard. La filosofia e l’“eccezione” (19962); Il giudizio medico (2006); Il simbolo dà a pensare (20062); La persona (20064); Altrimenti. Lettura di Altrimenti che essere o al di là dell’essenza di Emmanuel Levinas (2007); Amore e giustizia (20073); La traduzione. Una sfida etica (20073); Il diritto di punire (2012); Etica e morale (20142); Il male. Una sfida alla filosofia e alla teologia (20156); L’Europa e la sua memoria (2017).

30 other products in the same category: