Tristezza dello storico

10,00€

Scheda tecnica

sottotitolo Possibilità e limiti della storiografia
autore Henri-Irénée Marrou
pagine 96
data pubblicazione 2018 (seconda edizione)
editore MORCELLIANA
curatore a cura di Maurilio Guasco
prezzo in euro 10
collana PELLICANO ROSSO
EAN 9788837232412

Dettagli

Nel 1939, sotto lo pseudonimo di Henri Davenson, Marrou pubblica su «Esprit» il saggio Tristezza dello storico. L’anno prima aveva pubblicato il suo primo libro, destinato a diventare un classico della storiografia del ’900, Sant’Agostino e la fine della cultura antica. Perché questo titolo enigmatico, o meglio, paradossale? Prendendo spunto da un libro di Raymond Aron (Introduction à la Philosophie de l’Histoire, 1938), Marrou traccia qui una sorta di discorso sul metodo storiografico: il nesso teoria/fatti, interpretazione/ documenti, metafisica/sapere positivo ... Un discorso che si conclude, al di là delle illusioni positivistiche, con il riconoscimento che «lo storico non può eliminare una soggettivià essenziale ... lo storico è un uomo che riflette sul passato degli uomini, sul suo passato». In pagine brillanti, non solo Marrou conduce al cuore dell’impresa storiografica, ma tracciandone le possibilità e i limiti, mette a capo sorprendenti riflessioni che anticipano il suo libro forse più celebre, La conoscenza storica – quasi che Tristezza dello storico ne fosse la cellula originaria.


HENRI-IRÉNÉE MARROU (1904-1977) è stato uno dei più importanti storici francesi e docente di Storia del cristianesimo alla Sorbona di Parigi. Ricordiamo: Storia dell’educazione nell’antichità (Studium, Roma 19944); La conoscenza storica (il Mulino, Bologna 19983); Sant’Agostino e la fine della cultura antica (Jaca Book, Milano 20162).

30 other products in the same category: