Dell'abitudine

Dell'abitudine

9788837235864
Disponibile
12,00 €
Nessuna tassa

facebook twitter whatsapp flickr flickr
 

Che cos’è l’abitudine? Secondo Ravaisson, è il modo d’essere stabile e permanente, contratto in seguito a un mutamento, che caratterizza qualsiasi tipo di esistenza pervadendola a tutti i livelli: dal comportamento morale alla ragione astratta, sino al pensiero teologico. È il termine medio tra volontà e natura, poiché è spontaneità acquisita e natura incarnata, fondata nel corpo ma mai del tutto estranea all’intelletto, in modo del tutto simile all’abilità nel disegno, pratica che si impara attraverso la ripetizione e che esprime l’anima delle cose. Nell’opera di Ravaisson, in cui filosofia e arte sono profondamente legate, ogni abitudine è, perciò, estetica e l’estetico è sempre abitudine: entrambe sono esperienze in cui la libertà si fa corpo senza perdersi e il corpo si fa libero senza sciogliersi dai vincoli naturali. Una riflessione che, nell’epoca dell’estetizzazione diffusa, può aiutare a ripensare l’esperienza estetica.

Félix Ravaisson (1813-1900) è stato uno dei maggiori filosofi francesi dell’Ottocento. Tra le sue opere tradotte in italiano ricordiamo La filosofia di Pascal (a cura di Domenico Bosco, Morcelliana, 2003).

Mariagrazia Portera insegna Storia dell’estetica presso l’Università degli Studi di Firenze. Tra le sue pubblicazioni segnaliamo La bellezza è un’abitudine. Come si sviluppa l’estetico (Carocci, 2020).


 Sommario


autore
Félix Ravaisson
editore
MORCELLIANA
pagine
128
curatore
A cura di Mariagrazia Portera
prezzo in euro
12
data pubblicazione
2022
collana
ESTETICA
EAN
9788837235864
CategoriaEditore
V
CodiceStatoDisp
D
No reviews
Prodotto aggiunto alla wishlist
Prodotto aggiunto al confronto

Proseguendo nella navigazione su questo sito Web, l’utente acconsente all’uso dei cookie .

I cookie vengono utilizzati per offrire all'utente contenuti in linea con i suoi interessi e per consentire transazioni sicure.

Fare clic qui  per ricevere ulteriori informazioni.