Magica filosofia

Magica filosofia

9788837232337
Disponibile
19,00 €
Nessuna tassa

facebook twitter whatsapp flickr flickr
 

Orfeo, Eraclito, Pitagora ed Empedocle, quattro fra i padri della filosofia antica in Grecia (VII-VI sec a.C.) hanno goduto fama di maghi o sono stati rappresentati con attributi o facoltà magiche. Anche certe pitture rupestri risalenti al Paleolitico fanno prevedere un’ispirazione magica, sciamanica, la quale ha qualche similitudine con il Dionisismo e l’Orfismo della Tracia. È possibile collegare i due poli pur separati da uno spazio cronologico così ampio? Le cosiddette “malattie sacre”, quelle che la gente intendeva come un ingresso diretto del dio nel corpo dell’uomo – una specie di possessione – potrebbero costituire l’“invariante” che si estende quasi all’infinito nella storia. Siamo alle prese con un archetipo umano: il potere sulla natura e la scienza oscura che via via si illumina grazie al contributo della filosofia.


ROBERTO RADICE, allievo di Giovanni Reale e già professore ordinario di Storia della filosofia antica all’Università Cattolica, è direttore delle collane “Temi metafisici e problemi del pensiero antico. Studi e testi” (Vita e Pensiero) e “Lexicon” (Biblia). Ha curato le edizioni complete con testo a fronte di Tutti i trattati del Commentario allegorico alla Bibbia di Filone di Alessandria (Bompiani, 2005) e di Stoici Antichi. Tutti i frammenti (Bompiani, 2002). Ha altresì introdotto, tradotto e commentato la Fisica di Aristotele (Bompiani, 2011) e, in collaborazione con T. Gargiulo, ha curato la traduzione della Politica di Aristotele (Fondazione Lorenzo Valla, 2 voll., 2014- 2015). Fra le sue opere ricordiamo Stoicismo (La Scuola, 2012).

 


 

«Gli uomini vivevano come dèi, avendo il cuore tranquillo, liberi da fatiche e da sventure; né incombeva la miseranda vecchiaia, ma sempre, fiorenti di forza nelle mani e nei piedi, si rallegravano nei conviti, lungi da tutti i malanni: e morivano come presi dal sonno. Tutti i beni erano per loro, la fertile terra dava spontaneamente molti e copiosi frutti ed essi tranquilli e contenti si godevano i loro beni, tra molte gioie. Ma dopoché la terra ebbe nascosto i loro corpi, essi divennero spiriti venerabili sopra la terra, buoni, protettori dai mali, custodi degli uomini mortali; e sorvegliano le sentenze e le opere malvagie: vestiti d’aria, si aggirano su tutta la terra, datori di ricchezze.Essi ebbero questo onore regale».

(Esiodo)

sottotitolo
Sapere occulto e sapere illuminato nel pensiero antico e arcaico
autore
Roberto Radice
editore
MORCELLIANA
pagine
208
prezzo in euro
19
data pubblicazione
2018
collana
FILOSOFIA
EAN
9788837232337
CategoriaEditore
V
CodiceStatoDisp
D
No reviews
Prodotto aggiunto alla wishlist
Prodotto aggiunto al confronto

Proseguendo nella navigazione su questo sito Web, l’utente acconsente all’uso dei cookie .

I cookie vengono utilizzati per offrire all'utente contenuti in linea con i suoi interessi e per consentire transazioni sicure.

Fare clic qui  per ricevere ulteriori informazioni.