Uomo tragico, uomo biblico

In Stock

8,50€

Scheda tecnica

sottotitolo Alle origini dell'antropologia occidentale
autore Salvatore Natoli
editore EDITRICE MORCELLIANA
pagine 80
prezzo in euro 8.5
data pubblicazione 2019
collana PICCOLI FUOCHI
EAN 9788837232955

Dettagli

Se «la costellazione Occidente» nasce dal contaminarsi, scontrarsi e comporsi di varie culture, hanno un particolare rilievo in questo processo la civiltà greca e quella giudaica. La visione che i Greci ebbero del mondo – di cui è emblema la vicenda di Edipo – viene qui designata «metafisica del tragico»: di fronte a una natura violenta e crudele, l’uomo è posto nel gioco spietato della vita e della morte e non può che far fronte al suo destino. Cifra del pensiero giudaico – esemplificato nelle figure di Giobbe e Qoèlet – è invece la «teologia del patto», la cui specificità è l’unico Dio con il quale Israele ha stipulato un’alleanza per sempre che richiede l’osservanza della Legge. Natoli confronta uomo tragico e uomo biblico facendone emergere il tratto comune: la consapevolezza della finitudine umana a fronte dell’indomabile.


SALVATORE NATOLI, già ordinario di Filosofia teoretica all’Università di Milano Bicocca, è uno dei maggiori filosofi italiani contemporanei, autore di volumi di successo editi da Feltrinelli, Laterza, Mondadori, il Mulino. Tra le pubblicazioni più recenti per Morcelliana: Il linguaggio della verità. Logica ermeneutica (2014); Scene della verità (2018). Nel catalogo Scholé ricordiamo: Antropologia politica degli italiani (2014); I nodi della vita (2015).


26 other products in the same category: