Martin Heidegger

Martin Heidegger. La verità sui Quaderni neri

9788837229283
In Stock
35,00 €
Nessuna tassa

facebook twitter whatsapp flickr flickr
 

«All’inizio del 2013 sono venuto a conoscenza di passi contenuti nei Quaderni neri che si riferiscono agli ebrei, all’ebraismo o, meglio, all’ebraismo mondiale. Mi fu subito chiaro che la pubblicazione di questi Quaderni avrebbe suscitato un grande dibattito internazionale. Già nella primavera di quell’anno ho pregato Friedrich-Wilhelm von Herrmann – l’ultimo assistente privato di mio nonno e, secondo una dedica di quest’ultimo, il “principale collaboratore della Gesamtausgabe”, in quanto profondo conoscitore del suo pensiero – di esprimere il suo punto di vista sui Quaderni neri nel loro complesso e, in particolare, sui passi riferiti agli ebrei ora al centro dell’attenzione pubblica.
Nelle pubblicazioni sui Quaderni neri si sono diffuse rapidamente espressioni di grande effetto come “antisemitismo onto-storico” oppure “antisemitismo metafisico”. Ma c’è davvero dell’antisemitismo nel pensiero di Martin Heidegger?
Von Herrmann propone qui la sua interpretazione ermeneutica e il suo collaboratore, Francesco Alfieri, conduce un’ampia analisi filologica dei volumi 94-97 della Gesamtausgabe, approdando a risultati sorprendenti che inaugurano una nuova prospettiva sui Quaderni neri».
(dalla Premessa di Arnulf Heidegger)

FRIEDRICH-WILHELM VON HERRMANN, professore emerito di Filosofia all’Università di Friburgo, è stato assistente di Eugen Fink (dal 1961 al 1970) e ultimo assistente privato di Martin Heidegger (dal 1972 al 1976). Per volere di Heidegger è stato designato principale responsabile scientifico della Gesamtausgabe, avviata nel 1975 e tuttora in corso di pubblicazione. Dal 1978 al 2000 ha tenuto la cattedra di Filosofia nella Università di Friburgo i.Br. Le sue indagini, oltre a proporre linee interpretative del corpus heideggeriano, sono rivolte alla fenomenologia husserliana e negli anni hanno riguardato anche Agostino, Descartes e Leibniz. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Die Selbstinterpretation Martin Heideggers (Hain, 1964); Subjekt und Dasein. Interpretationen zu Sein und Zeit (Klostermann, 20043); Augustinus und die phänomenologische Frage nach der Zeit (ibi, 1992); Wege ins Ereignis. Zu Heideggers Beiträgen zur Philosophie (ibi, 1994); Descartes’ Meditationen (ibi, 2011); Leibniz. Metaphysik als Monadologie (Duncker & Humblot, 2015).

FRANCESCO ALFIERI è professore di Fenomenologia della religione nella Pontificia Università Lateranense (Città del Vaticano). È segretario di redazione di «Aquinas». Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Die Rezeption Edith Steins. Internationale Edith-Stein-Bibliographie 1942-2012 (Echter, 2012); Pessoa humana e singularidade em Edith Stein. Uma nova fundação da antropologia filosófica (Perspectiva, 2014); La presenza di Duns Scoto nel pensiero di Edith Stein. La questione dell’individualità (Morcelliana, 2014; tr. ingl. Springer, 2015; tr. rum. Ratio et Revelatio, 2015; tr. port. Perspectiva, 2016).


 Recensione su IL FOGLIO (18/5/2019)


Morc Il Foglio 26 7 2017 Quaderni neri.j Recensione su IL FOGLIO (26/07/2017)


 Recensione su Libero Pensiero (9/6/2017)

sottotitolo
Premessa di Arnulf Heidegger. Con uno scritto di Leonardo Messinese. Appendice di Claudia Gualdana
autore
Friedrich-Wilhelm von Herrmann - Francesco Alfieri
editore
EDITRICE MORCELLIANA
pagine
464
prezzo in euro
35
data pubblicazione
04/05/2016
collana
FILOSOFIA
EAN
9788837229283
No reviews

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

16 altri prodotti nella stessa categoria:

Prodotto aggiunto alla wishlist
Prodotto aggiunto al confronto

Proseguendo nella navigazione su questo sito Web, l’utente acconsente all’uso dei cookie .

I cookie vengono utilizzati per offrire all'utente contenuti in linea con i suoi interessi e per consentire transazioni sicure.

Fare clic qui  per ricevere ulteriori informazioni.